09/08/10

Tromba d'aria alle Terme Euganee

TERME EUGANEE - Essere dentro la notizia e non sulla notizia. Questo è quello che accade quando ci si trova nel mezzo di un evento atmosferico di portata eccezionale e lo si vive, prima ancora di raccontarlo.
Era un pomeriggio come altri, nuvoloso e caldo, della fine di un luglio climaticamente instabile.
D'un tratto tutto è cambiato. Cielo scuro, pioggia intensa, vento - tanto vento. Cinque minuti durante i quali l'inferno si è scatenato nel cielo sopra Abano Terme e Montegrotto Terme. Tetti scoperchiati, guaine divelte, lucernai volanti e tanta paura.
Alberi spezzati sopra le auto, cruscotti e finestrini in frantumi, vetrine danneggiate, gru piegate dalla furia del vento. Una tromba d'aria senza precedenti, nel bacino termale più grande d'Europa. Milioni di euro di danni, plesso comunale semi distrutto, esercizi pubblici sventrati dai coppi dei tetti. Due città in ginocchio, per cinque interminabili minuti. Poi tutti in azione, a ricostruire, senza inutili clamori o piagnistei. Un esempio di dignità e buona volontà, da seguire.

Fonte: www.net1news.org